in

Intervista a Serena Scagnoli di UniCastelli: il mio lavoro durante la pandemia

Buongiorno Serena.

Buongiorno, sono Serena Scagnoli, mi occupo di consulenza assicurativa e all’interno di UniCastelli ricopro la carica di Welfare Family Specialist, quindi sono specializzata soprattutto nella consulenza alle famiglie e alle persone.

Come hai affrontato quest’ultimo anno di pandemia?

Sicuramente con tanto ottimismo, come è nella mia natura e nel mio stile. È cambiata la pianificazione della mia attività, ho lavorato  organizzandomi giornalmente e non settimanalmente. Mi sono dovuta adeguare alle nuove direttive di legge che, di conseguenza, hanno mutato anche le esigenze dei miei clienti.

Quindi il modo di lavorare è cambiato?

Assolutamente sì, prima l’appuntamento con il cliente era anche un modo per prendersi un caffè ed essere fisicamente vicini, scambiarci opinioni, ora l’incontro ha, per forza di cose, cambiato modalità ed è divenuto “virtuale”, in videochiamata. Ho comunque sempre mantenuto la relazione, anche a distanza.

Come UniCastelli ha supportato l’attività di questo periodo di emergenza?

UniCastelli è intervenuta come sempre nel sostegno alla nostra attività nel bisogno, tramite la consulenza dei dipendenti o degli specialisti in alcuni settori. Ma soprattutto ci ha messo in condizione di lavorare da remoto fornendoci un portatile, con il quale siamo stati in grado di svolgere la nostra attività in totale indipendenza tramite la firma elettronica.

Infine, che bilancio faresti di questo anno trascorso così diverso dai precedenti?

Non mi lamento assolutamente, a livello lavorativo e produttivo è stato anche migliore dei precedenti, posso dire che mi è servito per cambiare tutta una serie di attività quotidiane e la metodologia di lavoro, non mi sono fatta prendere dalla paura e ho cercato di lavorare con serenità il più possibile. L’esperienza acquisita mi servirà anche per il futuro per continuare a lavorare utilizzando e implementando i supporti tecnologici che tanto ci hanno aiutato. Certamente ricomincerò ad andare a trovare i clienti perché mi manca tanto il contatto personale, lo scambio di idee davanti a un caffè.

Grazie per la testimonianza.

0 0 votes
Article Rating

Apprezzi questo contenuto?

Iscriviti alle notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Superbonus? Cerchiamo di saperne di più insieme

Massimo Lo Cicero

INTERVISTA A MASSIMO LO CICERO: IL MIO LAVORO DURANTE LA PANDEMIA