in

HO UNA MANO ATTACCATA AL TELEFONO E IL CAFFE BOLLE

Mentre il caffè tradizionale prende vita nella moka, la casa si sveglia, tra pigiami che volano dai letti al pavimento, trucchi che saltano fuori dai cassetti e rubinetti che sgorgano acqua a pieno regime.

Buongiorno famiglia! Inizia una nuova giornata. Si ode il cinguettio dello “smartphone”, il quale ci ricorda che tutto il Mondo si sta svegliando e molto già è accaduto mentre le stanche membra ancora riposavano. Al bagno si fa la rassegna online balzando dai social anagrafici a quelli professionali, infine i quotidiani con le news già consumate dalla chat dei follower. Mentre hai già il tormentone delle notizie in testa, devi fare l’aggiornamento google e di altre funzioni alle quali non puoi rinunciare. Un pedalino infilato con l’uso di una sola mano, neanche fossi Houdini, perché “aggiorna” pretende un impegno fisico impossibile da evitare.

A questo punto gli umanoidi sono quasi tutti vestiti, gli schiamazzi aumentano, si raccolgono gli zaini e si rassettala casa come si può. Si passa a WhatsApp, altra liturgia fondamentale del mattino. Amici che postano fotografie hot e commenti spinti, i parenti spesso anziani orientati più alle grafiche orribili e stantie del “buongiorno”, oppure il gruppo del calcetto con le convocazioni del giorno prima e se non ti iscrivi subito rischi di non giocare. La batteria! Hai dimenticato di mettere in caricalo strumento e la giornata si preannuncia ricca di azioni da compiere. Come fare? Tronfio, prendi dal cassetto il tuo ultimo acquisto digitale, un caricabatterie portatile. Orgoglioso del tasso di tecnologia portato in casa, infili il giaccone e pregusti il caricamento complementare al viaggio. La casa ha raggiunto il massimo livello d’attivazione, pronti alla partenza. A questo punto il primo squillo della giornata, un numero sconosciuto. Resistere o rispondere? Tutta l’informazione acquisita in anni di interazioni e condivisioni in merito cosa ti hanno insegnato? Il numero sconosciuto è “male”.La curiosità invece? Se fosse una notizia meravigliosa, un’opportunità? Il tempo scorre, gli sguardi accusatori dei familiari non si fanno attendere,occorre uscire da questa impasse. No, resisto, non rispondo. Pulsante rosso e via. Fiero delle proprie competenze, si esce. Consultazione veloce della APPMeteo. Oggi pioverà, dicono in coro moglie e figli al seguito.L’applicazione parla chiaro, sarà una giornata di pioggia.

Entrati in macchina,rito delle cinture di sicurezza, sbrinamento e partenza. Naturalmente APPTraffico avviata per cercare il percorso migliore evitando lavori e possibili code. Sono trascorsi 25 minuti da quando la moka ha erogato il suo caffè tradizionale, ma il vero Principe incontrastato degli utensili è il cellulare.La mano agguanta lo sterzo e finalmente anche lei ha il suo momento di gloria. 

Apprezzi questo contenuto?

avatar
  Iscriviti alle notifiche  
Notificami

Investire nell’era dei tassi a zero

Iniziamo a parlare di RC Professionale