in

Bonus e sgravi contributivi della legge 160/2019

È stata pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 304 del 30 dicembre 2019 (S.O. n. 45/L), la L. 160/2019, la c.d. Legge di Bilancio per il 2020.

Come sempre districarsi al suo interno non è semplice, per questo motivo, abbiamo raccolto le novità relative a bonus e sgravi contributivi di questa legge di bilancio:

Sgravio contributivo per apprendistato giovanile (Articolo 1, comma 8)

Al fine di promuovere l’occupazione giovanile viene previsto per l’anno 2020, uno sgravio contributivo integrale, per i contratti stipulati nel 2020. Lo sgravio è destinato ai datori di lavoro che occupano alle proprie dipendenze addetti con contratto di apprendistato di primo livello pari o inferiore a 9.

Lo sgravio si applica per i periodi contributivi maturati nei primi 3 anni di contratto, restando fermo il livello del 10% di aliquota per i periodi contributivi maturati negli anni di contratto successivi al terzo.

Esonero contributivo per le assunzioni dei giovani (Articolo 1, comma 10)

 

La riduzione dei contributi (per  un  periodo  massimo  di trentasei mesi) di cui all’articolo 1, commi da 100 a 108 e da 113 a 115, L. 205/2017- esonero  dal  versamento  del  50  per  cento  dei complessivi contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro – viene, limitatamente alle assunzioni effettuate negli anni 2019 e 2020, estesa ai lavoratori di età pari a 34 anni e 364 giorni.

Proroga ristrutturazioni edilizie e bonus mobili (Articolo 1, comma 175, lettera b))

Viene prorogata al 31 dicembre 2020 la detrazione al 50%, nel limite di 96.000 euro, per gli interventi di ristrutturazione edilizia indicati dall’articolo 16-bis, comma 1, Tuir.

Viene, inoltre, prorogata al 2020 la detrazione al 50% per l’acquisto di mobili e di elettrodomestici di classe non inferiore ad A+ (A per i forni), per le apparecchiature per le quali sia prevista l’etichetta energetica, finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione.

Nuova Sabatini – Investimenti Sud – Investimenti ecosostenibili (Articolo 1, commi 226-229)

La misura Beni strumentali (“Nuova Sabatini”) è l’agevolazione messa a disposizione dal Ministero dello sviluppo economico con l’obiettivo di facilitare l’accesso al credito delle imprese e accrescere la competitività del sistema produttivo del Paese

La misura sostiene gli investimenti per acquistare o acquisire in leasing macchinari, attrezzature, impianti, beni strumentali ad uso produttivo e hardware, nonché software e tecnologie digitali.

Su questo punto torneremo inseguito con un approfondimento.

Bonus bebé (Articolo 1, comma 340)

Viene rifinanziato l’assegno di natalità (il c.d. bonus bebè), per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio 2020 al 31 dicembre 2020 e, con riferimento a tali soggetti, è corrisposto esclusivamente fino al compimento del primo anno di età ovvero del primo anno di ingresso nel nucleo familiare a seguito dell’adozione.

L’importo dell’assegno annuo (che diviene ad accesso universale e non selettivo) viene così modulato:

a) 1.920 euro se il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l’assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell’ISEE minorenni non superiore a 7.000 euro annui;

b) 1.440 euro se il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l’assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell’ISEE minorenni superiore alla soglia di 7.000 euro e non superiore a 40.000 euro;

c) 960 euro se il nucleo familiare di appartenenza del genitore richiedente l’assegno sia in una condizione economica corrispondente a un valore dell’ISEE minorenni superiore a 40.000 euro;

d) in caso di figlio successivo al primo, nato o adottato tra il 1° gennaio 2020 e il 31 dicembre 2020, l’importo dell’assegno di cui alle lettere a), b) e c) è aumentato del 20%.

Bonus asili nido (Articolo 1, commi 343 e 344)

A decorrere dal 2020, il c.d. bonus asili nido viene così rimodulato:

– 1.500 euro per i nuclei familiari con ISEE minorenni superiore a 40.000 euro;

– 2.500 euro per i nuclei familiari con un ISEE minorenni da 25.001 euro a 40.000 euro (raggiungendo l’importo di 2.500 euro).

Card cultura (Articolo 1, commi 357 e 358)

Per l’anno 2020, la c.d. card cultura per i diciottenni, utilizzabile per l’acquisto di determinati prodotti culturali, viene rifinanziata nel limite di spesa di 160 milioni di euro.

Reddito e pensione di cittadinanza (Articolo 1, commi 479-481)

A decorrere dal 2020 vengono stanziati 35 milioni di euro per consentire la presentazione delle domande per il reddito e la pensione di cittadinanza, anche attraverso i Caf in convenzione con l’Inps, nonché per le attività legate all’assistenza nella presentazione delle dichiarazioni sostitutive uniche (DSU) ai fini della determinazione dell’indicatore della situazione economica equivalente (Isee), affidate ai medesimi Caf.

Sempre dal 2020, al fine di finanziare le relative attività da parte degli istituti di patronato, è disposto l’incremento di 5 milioni di euro del Fondo istituito nello stato di previsione del Ministero del lavoro e delle politiche sociali.

0 0 vote
Article Rating

Apprezzi questo contenuto?

Iscriviti alle notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Coronavirus: tutta la fiducia di cui abbiamo bisogno

Il Decreto Cura Italia